RELEASE RELOVE REBELLE RELAUNCH – Il tuo negozio second hand online in un nuovo look!

✓ 100% controllo di Autenticità     ✓ Zero tolleranza per il falso     ✓ Pagamento sicuro

HomeDesignerTheyskens' Theory

Theyskens' Theory di seconda mano

Moda Theyskens' Theory usata in qualità autenticata

Teorie a confronto, Parigi e New York si specchiano in questo fortunato incontro di stili. Mix di femminilità e praticità, il marchio Theyskens’ Theory propone un abbigliamento chic studiato per un’esperienza urbana: portabile, raffinato e attento ai dettagli che si tratti di abiti, calzature o borse.

La mia taglia
Nuovo
Salva la tua taglia e filtra gli articoli in un click.
Taglia per abbigliamento-
IT 38
IT 40
IT 42
IT 44
IT 46
IT 48
IT 50
Colore-
Condizioni+
Materiale+
Stagione+
Prezzo-
a
Pronta consegna+
Solo articoli con diritto di recesso+

Geniale inquietudine

Olivier Theyskens nasce il 4 febbraio del 1977 a Brussels. Negli anni ’90 frequenta l’ École Nationale Supérieure des Arts Visuels de la Cambre per studiare fashion design, e dopo soli tre anni lancia la propria etichetta, con la collezione Gloomy Trips. Il lavoro viene notato dalla stilista Arianne Phillips, che vestirà Madonna con uno dei suoi abiti in satin nero in occasione degli Academy Awards del 1998. Una mise che ha enorme successo, giudicata tra le più belle mai indossate agli Awards. Nello stesso anno, Olivier presenta la sua collezione completa a Parigi, basata su una sorta di rivisitazione e decostruzione di spunti ottocenteschi, incluso il recupero di antichi tessuti francesi, mentre nel 1999 la sua collezione primavera finisce su Vogue, elencata tra i 25 migliori fashion show degli anni Novanta. La sua celebrazione sul mensile cult avrà luogo anche negli anni successivi, in particolare per la collezione del 2001.

Alla direzione creativa di storiche maison

Nel 2002 Oliver Theyskens volta pagina e diventa direttore creativo di Rochas, dove rivoluziona la linea estremizzandone l’eleganza. Quattro anni dopo entra in Nina Ricci, dove lavora per circa tre anni nel medesimo ruolo. Nel 2010 realizza una capsule collection per la casa di moda newyorkese Theory: è l’inizio di una collaborazione che durerà fino al 2015. Inquieto come al solito, Theyskens passa ancora una volta oltre. Pochi mesi prima, nel gennaio 2015, in un’intervista su Dezeen il pluripremiato fashion designer aveva denunciato l’affollamento di nuovi nomi, giovani etichette, in uno scenario della moda che considerava già saturo.

Capi city-chic dall’allure francese

Olivier, nato in Belgio, ha una creatività profondamente parigina. L’incontro con Theory è fertile nell’armonizzare Parigi e New York in una raffinata praticità. Tra i pantaloni Theyskens’ Theory, si distinguono i jeans dal taglio impeccabile, mentre nel settore giacche e cappotti Theyskens’ Theory sono le lunghe giacche sciancrate dagli ampi revers a spiccare, per non parlare dei classici “crisp blazer” segnati alla vita. Gli abiti da sera sono piccoli capolavori che affondano le proprie radici nella storia del design, restando contemporanei. Leggins colorati e giacche ariose, eleganti abiti longuette in seta o satin, spacchi vertiginosi o gonne corte svasate… l’abbigliamento Theyskens’ Theory è un inno alla femminilità facile da portare. Capi-basilari per uscire ordinate e sensuali al mattino e restare perfettamente in tono con l’evoluzione della giornata, dalla colazione all’ ora dell’aperitivo. Le scarpe Theyskens’ Theory regalano altrettanto carattere: modelli dalle linee mai banali, solidi tronchetti o scarpe in scamosciato dal tacco alto, sottile, sagomato, con plateau, a punta ma anche decolleté più esili e cangianti.