Come possiamo aiutarti?

Contattaci: (040) 30 70 19 08
Siamo a tua disposizione lu-ve 9.30 – 18.00 .
Parliamo italiano, inglese e tedesco

Scrivici un messaggio
Service
100% controllo di autenticità
Contro le contraffazioni
Pagamento sicuro
Contattaci: (040) 30 70 19 08

Moda Sergio Rossi usata in qualità autenticata

Sergio Rossi di seconda mano

Qualità artigianale e creatività d’artista si ritrovano unite nei modelli delle scarpe Sergio Rossi, studiate per esaltare e valorizzare la figura femminile in tutti i momenti della giornata, slanciandola e arricchendola di preziosi particolari. Un obiettivo, quest’ultimo, raggiunto anche con le borse. Scoprine di più sulla marca Sergio Rossi >

Sergio Rossi Seconda mano

Gift Cards

Gift Cards

Journal

Journal

Campaign

Campaign

Charity Shirt

Charity Shirt

Sergio Rossi, l’artigiano delle scarpe d’alta moda

L’etichetta Sergio Rossi è oggi una delle più apprezzate e riconosciute in tutto il mondo, un vero e proprio marchio di garanzia quando si tratta di valorizzare il proprio look con il giusto paio di scarpe oppure la borsa più adatta. Del resto, c’è mezzo secolo di successi a testimoniare la qualità delle sue creazioni. Nato nel 1935 a San Mauro Pascoli, un piccolo paese dell’Emilia Romagna, Sergio Rossi ha infatti imparato il mestiere e l’etica del lavoro da suo padre, un artigiano che con l’esempio gli ha trasmesso la cura per i particolari e l’attenzione alla qualità dei materiali, due delle caratteristiche che rendono le scarpe Sergio Rossi](/it/sergio-rossi/scarpe) così speciali. Il resto lo ha fatto il duro lavoro, che lo ha portato prima a meritarsi un apprendistato di due anni a Milano, quindi, nel 1966, a creare il suo primo modello, Opanca: sandali dalla linea semplice ma raffinata, con la suola che avvolgeva la pianta del piede fino a fondersi con la copertura superiore, che divennero un “it-piece” istantaneo.

Il marchio Sergio Rossi ai piedi delle donne

Nel 1968 inizia ufficialmente l’avventura del marchio Sergio Rossi, con la presentazione della prima collezione di calzature femminili dove il nome dello stilista fa bella mostra di sé. Sergio Rossi divenne così l’artista delle calzature, richiesto dagli stilisti più importanti, primo tra tutti Gianni Versace, che lo vuole al suo fianco per una collaborazione che si sarebbe rivelata decisamente proficua. Nei due decenni successivi, non ci sarebbe stata sfilata che non vedesse ai piedi di qualche modella una delle creazioni dello stilista. Negli anni ’80 e ‘90, con l’espansione del marchio e l’apertura delle prime boutique, la filosofia del marchio diventa sempre più chiara e precisa: esaltare la femminilità della donna moderna, dinamica ma elegante, ponendo l’enfasi sulla “verticalità” del corpo, esaltata da un tacco che, per funzionare, deve essere alto almeno sette centimetri. Un particolare che diventa particolarmente evidente e significativo applicato tanto alle decolleté Godiva, diventate l’icona del marchio e reinterpretate in ogni collezione, quanto agli stivali Sergio Rossi. Un altro dei leitmotiv è il ricorso a motivi geometrici e l’uso sapiente e sorprendente del colore, come testimoniato dalle zeppe e dagli stivaletti Sergio Rossi. Celebrità come Clotilde Courau, Tyra Banks, Julia Roberts diventano le migliori testimonial del marchio, indossandone i modelli nelle varie occasioni mondane.

Non solo scarpe, ci sono anche le borse!

Nel corso degli anni, come è comune nella storia di molte altre case di moda, la proprietà del marchio è passata di mano: nel 1999 fu Gucci Group ad acquisirne il controllo, rilevarlo interamente nel 2015 e quindi cederlo alla Investindustrial. Nel frattempo, però, Sergio Rossi non solo ha continuato a proporre nuovi modelli, ampliare le proprie collezioni e aprire negozi in tutto il mondo, ma ha anche trasportato la sua visione dell’eleganza femminile in un nuovo ambito, quello delle borse Sergio Rossi; sia che si tratti di pochette, di shopper o di borsette, è un accessorio che in pochi anni ha conquistato un posto speciale nel guardaroba di molte donne.

“Fashion fades, only style remains.”

Coco Chanel