100% controllo di autenticità
Contro le contraffazioni
Pagamento sicuro
Contattaci: (040) 30 70 19 08

Come possiamo aiutarti?

Contattaci: (040) 30 70 19 08
Siamo a tua disposizione lu-ve 9.30 – 18.00 .
Parliamo italiano, inglese e tedesco

Scrivici un messaggio
Service

Moda Rebecca Minkoff usata in qualità autenticata

Rebecca Minkoff di seconda mano

Il piacere del lusso unito alla comodità e l’attitudine rilassata del casual: questa, in poche parole, è la ricetta di Rebecca Minkoff, una maestra nel valorizzare la pelle attraverso la cura dei dettagli, che si esalta soprattutto nelle borse, vere icone di stile. Scoprine di più sulla marca Rebecca Minkoff >

Rebecca Minkoff Seconda mano

Rebecca Minkoff, quando la moda è una vocazione

Fin da giovanissima, Rebecca Minkoff ha legato la sua vita con la moda: a soli otto anni, davanti ai suoi capricci per avere un vestito visto in vetrina, sua madre le disse: “Invece di comprarti il vestito, ti insegnerò a cucire”. Da quel momento, Rebecca cominciò a dedicarsi anima e corpo alla sartoria e al design, tanto da crearsi l’abito da indossare per il proprio bar mitzvah. Al liceo, la sua passione era la danza, ma era troppo alta per ballare, così finì nel reparto dei costumi, a disegnare, cucire e preparare gli abiti di scena: fu lì che scoprì definitivamente la sua vera vocazione.

I Love New York, e la T.shirt diventa un simbolo

Una volta diplomata, il fratello Uri la indirizzò da un amico stilista, a New York, dove comincia dalla gavetta, nel reparto spedizioni. Dopo un anno di duro lavoro, venne assunta come aiuto stilista. Dopo un triennio di esperienza, a 21 anni, Rebecca Minkoff era pronta a diventare… Rebecca Minkoff, la stilista! Con cinque creazioni già pronte, si trattava di trovare l’occasione giusta, che arriva nel 2001, quando la sua amica, l’attrice Jenna Elfman, compare nella popolarissima trasmissione di Jay Leno indossando la sua T-shirt con la scritta I love New York. L’11 settembre era appena trascorso, e quella maglietta divenne immediatamente un simbolo della città ferita.

Morning After Bag, la borsa del giorno dopo

La fama guadagnata permise a Rebecca di trovare lavoro come stilista, ma per una nuova svolta nella sua carriera dovette attendere quattro anni e un nuovo intervento dell’amica Jenna. “Disegni anche borse?” le chiese l’attrice, che ne aveva bisogno per un film. In effetti, una borsa c’era, e tutti quelli che la vedevano se ne innamoravano: solo, mancavano i soldi per produrla. Fu il fratello Ari a ipotecare la casa per finanziare la produzione di quella che sarebbe diventata celebre come la borsa Morning After Bag, destinata a diventare un’icona della moda cittadina, il perfetto complemento per un look elegante e dinamico da portare con sé al lavoro e nel tempo libero, bella e raffinata ma non troppo costosa. Ed è stato così che le [borse Rebecca Minkoff(/it/rebecca-minkoff/borse) sono diventate un successo assoluto, disponibili in tanti colori.

Rebecca Minkoff, per la donna metropolitana

Se la borsa è stato l’oggetto che ha fatto conoscere al mondo il valore e la cifra stilistica del marchio, di certo non è stato l’unico: quattro anni dopo il lancio della Morning After Bag, è stata la volta delle nuove collezioni di abbigliamento Rebecca Minkoff, alle quali si sono aggiunte le scarpe, poi i gioielli e quindi gli accessori Rebecca Minkoff, che nel 2011 hanno fatto guadagnare alla stilista il Breakthrough Designer Award, assegnatole dall’Accessories Council. Nel frattempo, quello di Rebecca Minkoff si è affermato come un marchio dedicato alle donne che vogliono esprimere tutte le nuance della loro personalità anche attraverso i colori e i tagli dei loro abiti e i tocchi di stile degli accessori che indossano, romantiche e forti al tempo stesso.

“Fashion fades, only style remains.”

Coco Chanel