100% controllo di autenticità
Contro le contraffazioni
Pagamento sicuro
Contattaci: (040) 30 70 19 08

Come possiamo aiutarti?

Contattaci: (040) 30 70 19 08
Siamo a tua disposizione lu-ve 9.30 – 18.00 .
Parliamo italiano, inglese e tedesco

Scrivici un messaggio
Service

Moda Maison Martin Margiela usata in qualità autenticata

Maison Martin Margiela di seconda mano

Originalità e anticonformismo sono le coordinate della moda di Maison Martin Margiela: quelle che permettono a chi ama l’eleganza non uniformata e vuole esprimere la propria personalità estroversa di sorprendere e stupire adottando un look creativo, dallo spirito punk un po’ punk. Scoprine di più sulla marca Maison Martin Margiela >

Maison Martin Margiela Seconda mano

Martin Margiela, il ribelle della moda

Martin Margiela è uno dei geni creativi di successo usciti dall’Accademia Reale delle Belle Arti di Anversa. Ha iniziato a farsi notare tra la fine degli anni ’70 e l’inizio di quelli ’80, lavorando insieme a nomi prestigiosi come quello di Jean-Paul Gaultier. La sua grande creatività, però, aveva bisogno di potersi esprimere in maniera libera e indipendente, così, a partire dal 1988, ha cominciato a disegnare le sue collezioni, fondando la propria etichetta in collaborazione con Jenny Meriens. Fin da subito, è apparso chiaro che la moda aveva trovato il suo genio ribelle: proprio quando la tendenza generale spingeva verso una reinterpretazione dei tagli classici, lui optava invece per un approccio “sovversivo”. Le creazioni presentate nascevano da un’opera di decostruzione, intesa letteralmente: i vestiti erano stati tagliati e ricuciti, per poi venire riproposti in forma di patchwork. Le prime linee di abbigliamento Maison Martin Margiela, insomma, mostravano davvero un’anima punk e in controtendenza, ma sempre con il rispetto per le regole dell’alto artigianato. Non si trattava però di ribellione fine a sé stessa, come dimostrerà la tappa successiva.

La creatività incontra il lusso

Nel 1997, chiamato a ricoprire il ruolo di direttore artistico di una casa d’alta moda raffinata e riconosciuta come Hermès, riesce in quella che a molti sembrava una missione (quasi) impossibile: mantenere l’aspirazione al lusso e alla raffinatezza senza perdere la sua vocazione alla sperimentazione. Cosa dire infatti della collezione “Replica” del 1994, che ogni anno viene ripresa e rivisitata? Si tratta di una serie di modelli e accessori Maison Martin Margiela che riproduce meticolosamente vestiti e oggetti attentamente selezionati dalle collezioni di tutto il mondo e di periodi diversi. Nel tempo, lo stilista e la sua moda diventano quasi oggetto di culto, tanto che i suoi ammiratori vengono definiti “accoliti” e le sue creazioni cominciano a essere considerate vere opere d’arte, diventando le protagoniste di esposizioni in decine di musei, mentre nel 2006 diventa membro della prestigiosa ed esclusiva associazione Chambre Syndicale de la Haute Couture. Intanto, nel 2002, la sua etichetta era entrata a fare parte del gruppo Renzo Rosso, nel 2002. Personaggio schivo, quasi invisibile, Margiola scompare quasi completamente dalla scena pubblica: nel 2009, dopo avere lanciato il suo primo profumo, si dimette dalla carica di direttore creativo, che rimane vacante fino all’arrivo, nel 2014 di John Galliano.

Maison Martin Margiela, oltre il vestito c’è di più

Oltre all’abbigliamento e ai già citati accessori, lo spirito audace che sostiene l’ispirazione della Maison si riverbera anche in altri elementi d’abbigliamento. Ci sono le borse, e, naturalmente le scarpe Martin Margiela che mantengono l’attitudine sperimentale e avanguardista, con aggiunte di dettagli inconsueti e temi particolari, come per esempio i disegni che replicano quelli delle macchine da corsa, oppure una forma inconsueta del tacco, cinturini alla caviglia di pelle intrecciata.

“Fashion fades, only style remains.”

Coco Chanel