100% controllo di autenticità
Contro le contraffazioni
Pagamento sicuro
Contattaci: (040) 30 70 19 08

Come possiamo aiutarti?

Contattaci: (040) 30 70 19 08
Siamo a tua disposizione lu-ve 9.30 – 18.00 .
Parliamo italiano, inglese e tedesco

Scrivici un messaggio
Service

Articoli usati della categoria Gucci Accessori in qualità autenticata

Gucci Accessori di seconda mano

I celebri e i rinomati prodotti che portano il logo della doppia G, sono quelli che rappresentano l’italianità e il lavoro artigianale della casa fiorentina creata dallo stilista Guccio Gucci a Firenze nel 1921. L’eleganza e lo stile di influenza inglese sono gli elementi che caratterizzano tale brand. Scoprine di più sulla marca Gucci Accessori >

Gucci Accessori Seconda mano

IL DEBUTTO

La sua carriera di stilista debutta con la creazione di articoli in pelle quali Gucci guanti valigeria e pelletteria i quali saranno successivamente arricchiti con simboli provenienti dall’ambiente dell’equitazioni e che nel tempo diventeranno elementi iconografici riconoscibili del brand, il più importante il morsetto, inizialmente utilizzato come chiusura delle borse e elemento decorativo dei mocassini ed anche la trama colorata del sottopancia ripresa dalla sella con l’uso della ripetizioni di ducolori: verde-bianco-verde.

Nel corso degli anni, l’influenza della dittatura fascista risuona anche su queste creazioni che porteranno lo stilista ad adattarsi e utilizzare nuovi ma anche diversi tipi di materiali come il lino, la canapa e la juta per le sue creazione. Un’innovazione geniale, come indica lo stesso sito di Gucci fu quella di brunire delle canne che si utilizzarono poi per realizzare la simbolica borsa Bamboo.
La citazione dello stesso stilista che più rappresenta al meglio la spinta inventiva di questi anni fu: “la necessità è la madre delle invenzioni”.
L’uso dei colori e dei tessuti viene riutilizzato dallo stilista anche nella creazione delle Gucci borse che verranno poi resi noti grazie anche all’uso da parte di personalità importante, la prima Grace Kelly, come la sciarpa di seta “Flora” che riprendeva proprio come lo accenna il nome uno stile floreale primaverile.

TOM FORD

La crisi nel mondo luxury alla fine degli anni 90, determina un calo delle vendite anche per questo brand che dovrà ricorrere a nuove scelte di marketing come la figura di Tom Ford come direttore creativo e nuove spinte innovative che nel 1994 si traducono in un’acquisizione dello stesso brand da PPR nel 1999 riconosciuto successivamente nel 2013 come Kering Group.
L’evoluzione nel corso degli anni, soprattutto dagli inizi degli anni 2000 porterà alla decisione di espandersi in nuovi mercati come quello cinese ed asiatico e ad ampliare i suoi settori operativi come l’ingresso nel settore food diventando così un life-style oriented brand.

GUCCI OGGI

La visione moderna ed attuale del brand può essere oggi attribuita al direttore creativo Alessandro Michele che introduce un nuovo concept sia negli abiti che nel sito web interattivo che danno al cliente la possibilità di fare un’esperienza interattiva per quanto riguarda la scoperta dei prodotti e sensoriale per quanto riguarda la visione di questi tessuti colorati ed emozionali. Scopri su REBELLE la selezione di Gucci accessori
I Gucci vestiti di seconda mano che si possono trovare nel sito sono minuziosamente controllati e certificati per quanto riguarda la loro qualità e autenticità. Proprio questa caratteristica li permetterà di essere considerati dei capi glamour ma soprattutto vintage.

“Fashion fades, only style remains.”

Coco Chanel